martedì 20 agosto 2013

Il Bg della felicità: un uomo straordinario#1 Brunello Cucinelli

Chi riesce a guardare ancora il Tg (telegiornale)?

Tristi storie,incidenti stradali, omicidi, politici papponi, crisi economica...blaaa

Io rispondo con il Bg (blogiornale) della felicità!


Una rubrica dedicata alle storie Stra-Ordinarie quelle storie che purtroppo non rientrano nell'ordinario e che vanno elencate come extra ordinarie.


Sulla parola "straordinario" potrei scrivere un intero post ma non temete, vi risparmio :-D  lasciatemi dire solo due cose....
Se ci pensate, nel tempo, la parola "Straordinario" è diventata sinonimo di cose belle e rare, appunto che vanno al di fuori dell'ordinario.... 
Pensandoci, non mi piace!
Insomma le cose extra ordinarie (appunto straordinarie e rare) dovrebbero esser le brutte, la quotidianità dovrebbe esser fatte di cose belle no?

Eppure forse come dice Niccolò Fabi " Non si può cercare un negozio di antiquariato in via del corso" e le cose belle e preziose non devono esser così ordinarie .. uhm non so... ma ok 
mi sono già dilungata troppo, veniamo a noi!

(Ho scritto "settordicimilavolte" la parola straordinario lo so ma era per dare enfasi :-D ci sono riuscita?)

Dicevo questa sarà una rubrica dedicata solo alle cose belle della vita, alle persone che compiono piccoli e grandi miracoli ogni giorno e che magari non sono famose come i "tronisti" o gli assassini che fanno vedere al tg.

Spero che la mia idea vi piaccia e che possa farvi sorridere e stare bene.

Partiamo con la prima storia: 
Vi racconto di un uomo che sa cosa significa il rispetto del lavoro e la condivisione, un uomo che riconosce che il successo non è mai dovuto solo al proprio lavoro, un uomo che ha saputo riconoscere il grande segreto del "dare e ricevere" 

Il protagonista del nostro Bg è: Brunello Cucinelli.

C'era una volta Bruno, un ricchissimo imprenditore....
a questo punto dovrei raccontarvi la sua storia, parlarvi dei suoi mille gesti e bla bla ma io non so nulla del suo privato e non so nemmeno che persona sia, so solo che circa un anno fa ha deciso di dividere cinque milioni di utili della sua azienda con gli operai regalando a ciascuno 6.000 euro in più sulla busta paga. 

Bruno dice: “Un dono a chi è cresciuto insieme a noi"

Una storia che mi ha emozionata e che voglio condividere con voi. 


Questo grande imprenditore ha compreso cosa significa il lavoro dei suoi operai compiendo un gesto pieno d'onore e rispetto. 

Sono quelle notizie che regalano gioia e felicità e dimostrano che al mondo c'è ancora chi crede in certi valori..

Questo articolo è un abbraccio per chi come me sa che c'è speranza.

Vi lascio con il video ed il testo della canzone sopra citata



Il negozio di antiquariato - Niccolò Fabi
dall'album "La cura del tempo"

Non si può cercare un negozio di antiquariato
in via del corso
Ogni acquisto ha il suo luogo giusto
e non tutte le strade sono un percorso

Raro è trovare una cosa speciale
nelle vetrine di una strada centrale
Per ogni cosa c'è un posto
ma quello della meraviglia
è solo un po' più nascosto
Il tesoro è alla fine dell'arcobaleno
che trovarlo vicino nel proprio letto
piace molto di meno

Non si può cercare un negozio di antiquariato
in via del corso
Ogni acquisto ha il suo luogo giusto
e non tutte le strade sono un percorso

Come cercare l'ombra in un deserto
o stupirsi che è difficile incontrarsi in mare aperto
Prima di partire si dovrebbe essere sicuri
di che cosa si vorrà cercare dei bisogni veri
Allora io propongo per non fare confusione
a chi ha meno di cinquant'anni
di spegnere adesso la televisione

Non si può entrare in un negozio
e poi lamentarsi che tutto abbia un prezzo
se la vita è un'asta sempre aperta
anche i pensieri saranno in offerta

Ma le più lunghe passeggiate
le più bianche nevicate e le parole che ti scrivo
non so dove l'ho comprate
di sicuro le ho cercate senza nessuna fretta
perché l'argento sai si beve
ma l'oro si aspetta

5 commenti:

  1. Un uomo di quelli che non ce ne sono più, un uomo di quelli che conoscono il sacrificio, il sapore del sudore e del pane guadagnato.
    Non faccio parte di questi operai e non lo conosco, ma sono commossa e felice di leggere di quest'Uomo con la U maiuscola, una perla rara nell'oceano di nefandezze e brutte storie.
    E lo ringrazio per quello che ha fatto anche se non faccio parte di quelle famiglie, perchè ha regalato a chi legge la speranza e la gioia che un Uomo se vuole può fare la differenza.

    E grazie a voi per questa rubrica meravigliosa :)

    RispondiElimina
  2. idea brillante questo giornale. Abbiamo bisogno di bontà e tenerezza così come dice il nostro nuovo grande Papa

    RispondiElimina
  3. a trovarli uomini cosi...mio marito dai sui ex datori di lavoro ha dovuto sempre mettere avvocato o sindacato per avere gli stipendi che per legge gli toccano o la liquidazione...cose assurde...visto che uno lavora x portare due soldi...loro divendano schifosamente ricchi e noi si fa in quel posto...pensa te che deve prendere una liquidazione da 10 anni...e ancora nulla...si combatte contro i mulini a vento.

    RispondiElimina
  4. Ciao,
    ho scoperto il tuo blog per caso ed ho deciso di assegnarti il premio Liebster Award!
    Spero ti faccia piacere e che parteciperai volentieri. ^_^
    Ti dò il link del post sul mio blog, in cui c'è scritto tutto nel dettaglio!
    http://unsegretoinsoffitta.blogspot.it/2013/09/un-premio-per-il-mio-blog-liebster-award.html

    RispondiElimina
  5. Make Up,Bellezza, Moda, Stile e tante altre cose interessanti che appartengono al mio mondo.
    Se ti piace SEGUIMI.

    https://www.facebook.com/Dreamswithlafra
    https://www.facebook.com/pages/Dreams-with-La-Fra/190222191005071
    http://dreamswithlafra.blogspot.it/

    Ricambio con piacere!
    Un bacione
    La Fra

    RispondiElimina

Mi piace condividere con voi i miei pensieri ed amo leggere i vostri grazie di esser qui!

Inserisci la tua mail per ricevere l'aggiornamento dei post


La grafica di questo blog è stata realizzata da Manie Di grafica